fotografia alternativa

[Recensione] Nikon AF-S DX 18-200mm f/3.5-5.6 G ED VR II

 

Categorie:
Nikon 35mm f/1.8G DX
Nikon 50mm f/1.8G
Nikon 85mm f/1.8G 
Nikon 18-200 f/3.5-5.6 VR II
Tamron 18-200mm f/3.5-6.3 XR Di 
Sigma 120-400 f/4.5-5.6
Recensione

Il Nikon 18-200 è stato il punto di partenza di molti appassionati e professionisti della fotografia, è l’obiettivo comprato nel kit della prima reflex ma spesso diventa l’obiettivo dimenticato o venduto: non è un caso che sui forum italiani si legga poco e spesso male di quest’ottica. E’ buio, morbido e poco definito a diaframmi aperti, ha molta vignettatura, è realizzato in plastica, è un obiettivo da principianti… e chi più ne ha più ne metta. Insomma non ce n’è proprio… ma alla prova dei fatti questo tutto-fare di Nikon è veramente l’emblema della mediocrità fotografica?

Read More»

Buon Natale #panesalame + recensione Sony DSC-W830

Sia che crediate a GesùBambino oppure a BabboNatale oppure che riteniate il Natale come un’espressione consumistica della nostra società…

...VI AUGURO DI PASSARE QUALCHE GIORNO DI RELAX ed ALLEGRIA!!!

Approfitto dell’occasione per ricominciare a scrivere dopo mesi di silenzio sul blog e lo farò con un calderone di esperienze e ragionamenti che mi hanno coinvolto negli ultimi mesi. Un viaggio in bici. Momenti di gioia ed altri di terrore. Il tutto con un filo conduttore generale che abbraccia anche la fotografia… ovviamente :)

Se da un punto di vista professionale penso di aver trovato un mio equilibrio fotografico con due corpi macchina leggeri e relativamente economici ma di grande qualità (Fujifilm S5Pro + Nikon 7100 – entrambi APS-C) con ottiche scacciapensieri (Nikkor 18-200 f/3.5-5.6+ Nikkor 35mm f/1.8 DX + Sigma 10-20 f/4.0-5.6) dal punto di vista personale invece questo equilibrio vacilla sempre più. La passione è sempre passione ma la voglia di portarmi a spalle una reflex nel tempo libero è svanita da tempo ossia da quando a spalle ci porto i miei figli. Il discorso mirrorless invece non l’ho portato avanti per un puro ragionamento economico e perchè nonostante pesi e dimensioni inferiori la sostanza non cambia: è troppo facile cadere nel vortice di obiettivi e filtri e cavalletti e poi ritrovarsi nuovamente con uno zainetto fotografico a spalle…
Però il caso ha voluto che per le mani mi capitasse un oggetto che la maggior parte degli appassionati esiterebbe a definire con il termine di macchina fotografica (costa troppo poco – non è full frame – non ha un obiettivo luminoso – ecc.ecc.) mentre invece potrebbe migliorare la vita di tanti appassionati…

Read More»

#fotografiapanesalame anzi… #bread&sausage

L’anno scorso ho inventato la storiella della #fotografiapanesalame, un po’ per gioco ma soprattutto perchè ritengo che sia profondamente vera; in parecchi curiosi l’hanno letta e mi hanno contattato ma alla fine non so in quanti hanno avuto la verve per metterla in pratica, vuoi perchè pare follia sostituire un corredo fotografico costruito e ragionato su ottime lenti e corpi macchina con qualcosa che è fondamentalmente robaccia di plastica, vuoi perchè – volenti o nolenti – tendiamo ad identificarci in ciò che acquistiamo. Ed in pochi vogliono identificarsi in un corredo entry-level.

Read More»

Quanti megapixel servono veramente?

Quanti megapixel servono veramente? Posso stampare in grandi dimensioni le mie foto scattate con il cellulare? Sono domande che mi sento fare frequentemente…
A riguardo avevo già scritto tempo fa nell’articolo la rincorsa ai megapixel ma oggi vorrei analizzare un esempio pratico, con la relativa spiegazione della metodologia di lavoro.
Ma partiamo dall’inizio: qualche giorno fa un amico mi contatta su WhatsApp chiedendomi se è possibile fare una stampa su tela in grandi dimensioni (100x50cm) di una foto che ha scattato a New York; come sempre prima di stampare un’immagine, ancor di più se in grande formato, chiedo di vedere il file originale.

Read More»

#SempliceMenteFotografia: il corso NON corso…

#SempliceMenteFotoGrafia è un corso che ha alle spalle qualche mese di ragionamenti e ripensamenti, un mix di emozioni e volontà di proporre qualcosa di molto diverso dal classico corso pratico/teorico o dalla solita uscita tematica (sport – ritratto – street – glamour – still life e compagnia cantante); volevo proporre un corso NON corso, un’uscita dove sono i partecipanti a trasporre nei loro scatti i sentimenti e le emozioni che provano, fotografando secondo i propri gusti ciò che attira di più la loro attenzione. Un corso molto particolare il cui scopo primario era quello di allontanarsi dalle fisime mentali tecniche e dell’attrezzatura per sfruttare invece la fantasia e l’intuito; penso che la definizione perfetta l’abbia trovata, non a caso, il filosofico Ugo dicendo:“…ho partecipato ad alcuni corso di pittura emozionale e in questo tuo corso ci ritrovo gli stessi elementi. Potremmo definirlo un corso di fotografia emozionale…”

Read More»

#SempliceMenteFotografia: 5 cose…

Leggendo il titolo il primo pensiero di molti sarà 5 cose… da comprare per migliorare la fotografia. E invece no, vado controcorrente con il concetto di #fotografiapanesalame per cui il titolo è 5 cose… di cui non hai bisogno per migliorare la fotografia.

La fotografia è un settore che ultimamente è tornato di gran moda, vuoi perchè tutti abbiamo una macchina fotografica in tasca (sotto forma di smartphone), vuoi per via dei social che sono invasi di immagini più o meno belle, più o meno discutibili, vuoi perchè iniziano ad esserci i primi reality sull’argomento; fatto sta che ci sono sempre più persone che si stanno interessando alla fotografia, ma tanti ancora non si sentono pronti per fare il grande passo di lasciare il cellulare a favore di una vera macchina fotografica. D’altro canto tanti appassionati si preoccupano più dell’oggetto in sè, lasciandosi catturare da una sorta di feticismo fotografico, piuttosto che dedicarsi alla fotografia vera e propria…

Dietro a tutto ciò c’è un senso di inadeguatezza latente creato appositamente da forum, riviste e brochure dei vari produttori, secondo cui non si è mai abbastanza attrezzati. In ogni caso, ci sono 5 cose di cui non avete bisogno per amare la fotografia.

Read More»

Grazie a tutti degli auguri! SempliceMente…

Non so perchè ma trovo che il giorno del mio compleanno sia quello giusto per tirare una riga, fare un po’ di somme e sottrazioni della mia esistenza e ragionarci sopra: a volte mi piace fermarmi un attimo e guardare la strada percorsa e decidere se quella davanti è quella che desidero oppure se è necessario cambiare rotta e direzione oppure il mezzo di locomozione o chissà cos’altro; tre anni fa avevo raccontato i sentimenti che provavo in quel particolare periodo della mia vita con Grazie a tutti degli auguri! Less is More, sentimenti che fondamentalmente non sono cambiati anche se si sono ampliati. Come?

Complicare è facile, semplificare è difficile.
Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci a complicare. Pochi sono capaci di semplificare. Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere cosa togliere.
Togliere invece che aggiungere vuol dire riconoscere l’essenza delle cose e comunicarle nella loro essenzialità. Questo processo porta fuori dal tempo e dalle mode. La semplificazione è il segno dell’intelligenza…

Bruno Munari – artista e designer

Read More»

Il ricordo legato alla fotografia…

_dsf8560

Una mattina di qualche giorno fa ho iniziato a riflettere sulla vera importanza della fotografia ed è stato mio figlio a farmi fermare un attimo per pensare. Il giorno del suo 4° compleanno s’è svegliato e gli ho detto:

– Ciao Mattia! Auguri! Oggi compi 4 anni. Sei contento?
– Si papà. Ma quanti sono 4 anni?

Read More»

Panoramica dell’arco alpino da Saluggia

Abitando nell’umida pianura padana i giorni con visibilità perfetta sono piuttosto rari durante l’anno ed è un peccato perchè il Piemonte è una regione paesaggisticamente molto bella e come dice la nome stesso… ai piedi dei monti. Ricordo alcune mattine d’autunno in cui fermavo l’auto a bordo strada per osservare questo spettacolo ed infatti è da un paio di anni che volevo fare una foto panoramica dell’arco alpino che si può vedere dal mio paesello (Saluggia – provincia di Vercelli). Ma un giorno non avevo la macchina fotografica con me, l’altro ero impegnato, l’altro stavo andando da un cliente e così, rimanda e rimanda, questa foto m’è sempre sfuggita. Fino ad oggi quando portando i bambini all’asilo, ho capito che era una di quelle giornate rare: mi sono recato sul punto più alto facilmente accessibile ossia il cavalcavia dell’autostrada – qui – ed in piedi sul guard-rail ho scattato 45 foto da 24 megapixel l’una con la mia Nikon D7100 + Nikkor 18-200 tutte a 200mm (300mm eq.) e f/8.0 e successivamente le ho unite a PC. Questo il risultato…

Read More»

Comparativa bokeh: e se fosse che…?

nikon-18-200-vs-70-200

Andreas Feininger, famoso fotografo Franco-Americano affermava che parecchie regole fotografiche “esistono solo nella mente dei fotografi che le hanno inventate.
L’osservatore scevro da preconcetti accademici, non nota simili accorgimenti”

SBAM!!!

Come scrivevo qualche settimana fa nell’articolo #fotografiapanesalame, ultimamente sto provando a guardare la fotografia da un altro punto di vista, più semplice e meno artefatto. Per capire se tutto ciò che stavo pensando è in parte corretto ho pensato ad un esperimento: prendere 4 obiettivi molto diversi tra loro, scattare un’immagine allo stesso insignificante soggetto e sottoporre le foto ad un tot di amici, clienti e colleghi. E siccome nessuno sapeva cosa stava votando ecco i codici relativi agli obiettivi, in ordine di prezzo:

Nikon 35mm f/1.8G DX – 179€
Un fisso luminoso, leggero, economico e veloce. Montato su una reflex APS-C equivale all’incirca al classico cinquantino…

Nikon 18-200mm f/3.5-5.6 VR II – 449€
Il superzoom tuttofare di Nikon. Chi ce l’ha difficilmente lo vende, chi non ce l’ha lo critica duramente come un “vetro” buio ed insignificante. Stabilizzato ed
indubbiamente comodissimo…

Nikon 85mm f/1.8G – 549€
Molti sostengono sia uno dei più bei fissi mai prodotti da Nikon. Il migliore come rapporto qualità/prezzo. Soggetti dettagliatissimi e sfondi morbidissimi sono
all’ordine del giorno…

Nikon 70-200 f/2.8 VR II – 1949€
L’oggetto del desiderio di tutti i fotografi amatoriali e parte integrante del corredo di tantissimi “pro”. Veloce. Stabilizzato. Perfetto. Sfocato pazzesco. L’unico problema il prezzo ma daltronde è un’ottica “pro” destinata ad un utilizzo “pro”…

Read More»